Riviera di Levante - 2014
 

|    HOME    |    ACCREDITI    |    PROGRAMMA    |    SCUOLA     |     STAMPA    |    INFO    |    CONTATTI    |    ARCHIVIO    |

     
 











 

L’ALTRO VIAGGIO DELLA MUSICA


LAVAGNA
Sabato 1° Dicembre
Auditorium G.B. Campodonico
dalle ore 17 alle ore 23

 
 
PROGRAMMA
h 17.00 
Evento Speciale “L’ALTRO VIAGGIO DELLA MUSICA” Defrag Appunti di Viaggio: Ipotesi di un percorso.
h.17.15 
TOCAR Y LUCHAR Alberto Arvelo, Venezuela 2007. Defrag 2012, 30’
h.17.45
IL PROGETTO ABREU IN LIGURIA
Paola Silvano e Gladia Cortese
h 18.15 
Strangoggion  FINCHE’ PENSO VIVO. LA STORIA DI MARINA, LA VERA PRINCIPESSA SUL PISELLO  Cinzia Bassani, Italia 2010, 52’
h.21.00 
Reading VOLVER INCANTO TEATRALE TRA MUSICA E POESIA  con Luca Poli, Marco Leveratto e Marco Traversone.



L’ALTRO VIAGGIO DELLA MUSICA” Defrag Appunti di Viaggio: Ipotesi di un percorso
TOCAR Y LUCHAR  di Alberto Arvelo
La storia del grande direttore d’orchestra Gustavo Dudamel e dell'orchestra da lui diretta. Soprattutto un documento sul Sistema de Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela, una rete di 220 Orchestre Giovanili e 180 Orchestre Infantili, creata nel 1975 dal Maestro Josè Antonio  Abreu, partendo da realtà estremamente disagiate in tutto il paese. Un progetto sociale ed umanitario, un insieme di orchestre con relativi nuclei didattici disseminati su tutto il territorio nazionale, dalle Ande sino all'Amazzonia, che offre l'opportunità a circa 300.000 bambini di studiare musica partendo  dai primi rudimenti, utilizzando una metodologia fortemente legata al gioco. Il racconto delle aspettative, delle emozioni di questi bambini e del loro contesto familiare, gli stati d'animo, i sogni, ma anche le difficoltà di appassionare alla musica classica migliaia di bambini portandoli innanzi tutto ad avere un miglior rapporto con la vita e il mondo che li circonda e in moltissimi casi a diventare degli eccellenti musicisti.
 
IL PROGETTO ABREU IN LIGURIA
Il Progetto Abreu è uno dei progetti sociali più impressionanti del panorama internazionale. Un’esperienza unica sui percorsi terapeutici dell’Arte. Ideato e promosso da José Antonio Abreu, consiste in un sistema di educazione musicale pubblica, diffusa e capillare, con accesso gratuito e libero per bambini e fanciulli di tutti i ceti sociali. La maggior parte dei giovani musicisti del Sistema sono provenienti da situazioni economiche e sociali disagiate, e tramite la disciplina musicale e l'impegno hanno la possibilità di fuggire dalle logiche della povertà. Tale metodo assume un significato di via primaria per la promozione ed il riscatto sociale e intellettuale. A seguito del successo e della comprovata efficacia del Sistema numerosi paesi hanno messo in atto politiche atte a imitare o riprodurre tali iniziative. Nel 2010 il maestro Claudio Abbado, che collabora da anni con Abreu, ha annunciato l'intenzione di portare “Il Sistema” anche in Italia. Nasce così, nello spirito del progetto nazionale, l'insediamento di un nucleo delle Orchestre e Cori Giovanili in Italia Onlus a Sanremo, in un quartiere problematico come la Pigna, promosso dall’Associazione Mappamondo.
….
FINCHE’ PENSO VIVO. LA STORIA DI MARINA, LA VERA PRINCIPESSA SUL PISELLO di Cinzia Bassani
Marina Garaventa, classe 1960, è da oltre otto anni totalmente immobile nel letto: non può camminare, respirare autonomamente, non può parlare, non può, come dice lei, “scopare” ed uscire. I suoi occhi intelligenti, ironici, burloni, spostano le montagne. Il suo pensiero va oltre la malattia, la sofferenza e il dolore. Vive, lotta, comunica col mondo attraverso il computer e gli sms. La circonda il calore di una famiglia originale, in cui spicca la personalità del padre Ottavio, tenore di fama internazionale. Marina, o meglio la Principessa sul Pisello come ama definirsi, è il simbolo della sofferenza, del coraggio, della testardaggine e della pura, lucida e fredda ironia. Lei, l’opzione C, quella dello spegnimento dell’essere, non la clicca. Alla morte, vuole arrivarci viva, nonostante tutto.  Il film di Cinzia Marina è uno spunto di riflessione ed una provocazione straordinaria che coniuga aspetti fisici, psicologici, sociali. Se si domanda a Marina Garaventa quale sia il suo rapporto con la musica, la scrittrice sorride e risponde, subito, con una battuta: “ Io sono stata allevata a minestrone e musica!”. Marina è, infatti, nata e cresciuta in una famiglia di artisti che hanno dedicato la loro vita alla musica. A cominciare dal bisnonno, celebre tenore della squadra di canto popolare “San Martino”, passando dalla zia Rosetta Noli, indimenticabile Madame Butterfly degli anni ’50, fino al padre Ottavio Garaventa, tenore di fama internazionale. “ Le mie ninnenanne erano le romanze delle opere, a tre anni canticchiavo già “Le nozze di Figaro” di Mozart e, a diciotto anni collaboravo con mia zia, nell’organizzazione dei concerti della sua scuola”. Musica, quindi, a tutto tondo che ha influenzato tutta la sua vita e anche la sua attività di scrittrice. Il suo primo lavoro fu, infatti, un romanzo intitolato “Scuola di canto”, e nel suo ultimo libro autobiografico, Voglio arrivarci viva edito da TEA, tutti i capitoli sono introdotti da frasi celebri di opere liriche.
 
“ VOLVER”  InCanto Teatrale tra Musica e Poesia
Voce: Luca Poli  Chitarra: Marco Leveratto  Chitarra: Marco Traversone
“VOLVER” è viaggio a ritroso. Un viaggio musicale che si intreccia all'arte della poetica di alcuni tra i più grandi pensatori della storia dell'umanità: Federico Garcia Lorca, Fernando Pessoa, Gabriel Garcia Marquez, Jose Luis Borges, Ettore Petrolini, i “Maledetti” Paul Verlaine e Arthur Rimbaud e altri ancora. Questi alcuni dei grandi nomi che hanno caratterizzato la poesia e la letteratura latina dalla fine del ‘800 ai giorni nostri. Autori molto diversi tra loro per nazionalità, esperienze di vita, contenuti, atmosfere, musicalità, ideologie. Ma tutti immensi comunicatori del pensiero umano più profondo e nascosto. Le sonorità passionali del Flamenco e i ritmi andalusi, del tango argentino, delle arie “bohèmiens” e parigine e le sonorità sudamericane sono il “tutt’uno” che si plasma assieme alla voce narrativa ed interpretativa. Magistralmente accompagnate dalle corde delle chitarre di Marco Leveratto e Marco Traversone, le poesie di questi “Grandi “ prenderanno vita attraverso la voce interpretativa dell’attore, regista Luca Poli (dir.art. Duende Lab. Teatro Cantero) in questo spettacolo che sarà anche scandito dall’esecuzione di alcune canzoni “storiche” strettamente legate alla poetica di questi Autori





NEWS                     (Tutte)
14/12 CIMAMERICHE PREMIO DEL PUBBLICO
14/12 CINEMINCONTRI 2014
09/12 SUCCESSO "MOSTROSO"...
07/12 IL SALE DELLA TERRA/THE SALT OF THE EARTH
07/12 PRIDE
07/12 EL IMPENETRABLE
07/12 NO BAJEN LOS BRAZOS
07/12 LA COMPETIZIONE
01/12 PROGETTO PER LE SCUOLE SECONDARIE
01/12 IL GUSTO DELLA PROIEZIONE A SAN SALVATORE

Iscriviti alla Newsletter

Email:


Ambasciata del Cile

Ambasciata Argentina

Uneac


 
 
Regione Liguria


Provincia di Genova


Comune di Chiavari


Comune di Lavagna


Comune di Sestri Levante


Sede regionale per la Liguria




Cinemincontri 2013


Cinema Mignon Chiavari


Circolo del Cinema Lamaca Gioconda
 
 

CIMAMERICHE FILM FESTIVAL
Via Martiri della Liberazione 131 – 16043 Chiavari (Ge)
tel. +39 0185 311946 e-mail:
info@cimameriche.it   www.cimameriche.it

 
 

Numero di visite: